Una bionda voleva tagliare i capelli di un senzatetto. Ma quando ha scoperto cosa c’era sotto vestititi di lui ha dovuto agire.

Secondo la United States Commission on Human Rights i senzatetto nel mondo sono più di 100 milioni. Solo in America nel 2015 se ne contavano oltre 565.000. La crisi economica continua ancora oggi a colpire le fasce più esposte socialmente. Alcuni senzatetto vivono nei rifugi, altri in macchine o locali dismessi. Il 25 % sono bambini, ma vi sono anche veterani, imprenditori rovinati, disoccupati, anziani e malati psichici. Persone che nel tam tam quotidiano sono considerati invisibili.

Qui vi raccontiamo la storia di un senzatetto di Philadelphia, John Lochlan, un veterano di 57 anni. L’uomo viveva per strada, con gli abiti sporchi e subendo l’ostilità delle persone. Era stato isolato ed aveva subito anche delle violenze.

Ormai non credeva più negli esseri umani e nel bene. La sua vita non era stata facile e per di più i problemi di salute avevano complicato il tutto. Aveva dei seri problemi alla schiena e un’infezione alle caviglie che non lo facevano neanche stare in piedi. Senza un’assicurazione sanitaria, non poteva curarsi.

Un medico aveva visto il suo precario stato di salute e aveva provveduto ad inserirlo in una lista d’attesa per avere un’assistenza speciale. Ma lo stato dell’uomo era precario e i tempi di attesa troppo lunghi. Ormai pensava che l’unica soluzione fosse la morte. Non aveva più fiducia nella vita e nelle persone. Un giorno però fece un incontro che gli cambiò la vita. Lolly Galvin, fondatrice di Dignity Project, un’organizzazione che a Philadelphia, provvede ad aiutare i senzatetto, fornendogli piccole cose come:carta igienica, sacchi a pelo e tagli di capelli.

Quando Lolly vide John, pensò subito che gli sarebbe servito un taglio di capelli, ma quando la donna si avvicinò, l’uomo respinse il suo aiuto. Era scontroso, non voleva che nessuno si avvicinasse a lui, ormai aveva perso qualunque interesse nella vita. La donna però dopo qualche settimana ci ritentò e pian piano riuscì ad entrare in confidenza con John. L’uomo sembrava aver ripreso un po’ di fiducia e speranza nel genere umano, tanto da farsi accompagnare addirittura dal medico.

Per la prima volta qualcuno si prendeva cura di lui. Grazie a Lolly, dopo poco l’uomo subì un intervento chirurgico per sistemare il problema alla schiena e un trattamento per le gambe. Pian piano iniziò a muoversi meglio.

John e Lolly diventarono buoni amici, avevano instaurato un rapporto speciale. La loro storia interessò anche i media locali che realizzarono addirittura un intervista. Questa storia dovrebbe essere d’esempio al mondo. A volte basta tendere una mano per cambiare la vita a chi è più sfortunato di noi.

CONDIVIDI questo articolo e fallo vedere a tutti. Se ti va puoi lasciarci un commento con le tue opinioni e i tuoi pensieri, cosa ne pensi? Su Notizie bomba puoi trovare tantissime foto e tantissimi video interessanti e divertenti sempre aggiornati, ti basta visitare le varie categorie che puoi trovare sul sito o puoi andare semplicemente a guardare i video consigliati o i più condivisi. Ti ringraziamo per la tua visita, e ti invitiamo a venirci a trovare di nuovo. Rimani sempre aggiornato sui nostri video. Ogni giorno ne puoi trovare di nuovi ed interessantissimi. Seguici anche sulla nostra PAGINA FACEBOOK

loading...
(2.679 visite totali, 1 visite giornaliere)