Segregata in casa per sedici anni dopo esser rimasta incinta

La storia di Maria Lucia de Almeida Braga, sembra un incubo, ma purtroppo è del tutto vera. All’età di 20 anni è rimasta incinta, ma i suoi familiari l’hanno segregata in casa per ben sedici anni, ma solamente adesso è stata liberata dalla stanza in cui era rinchiusa. Una stanza veramente piccola, di tre metri per tre.

Alla nascita, il bambino le venne portato via e fu dato ad un’altra famiglia.

La polizia ha detto che la stanza in cui Maria Lucia era tenuta non aveva un wc e puzzava di urina e feci. Inoltre non c’era nemmeno la corrente elettrica e la luce arrivava solo da una finestra, che però stava per la maggior parte del tempo chiusa. Maria Lúcia è stata tenuta nuda ed era alimentata due volte al giorno, come un animale.

Il paese in cui la donna ha subito queste violenze è Uruburetama, in Brasile. La sua prigionia è finita il 9 marzo e la sua storia è finalmente divenuta pubblica, e il fratello è stato arrestato.

L’uomo è stato accusato di maltrattamenti e sequestro di persona, ma la sua pena in carcere sarà solo di 8 anni. Un altro responsabile di questo sequestro è il padre, che però è stato colpito da ictus e quindi non perseguibile penalmente.

L’avvocato di Maria Lúcia, Harley Filho, ha detto al giornale Globo: “Lei è rimasta incinta e per la vergogna il padre ha scelto di imprigionarla. Ha partorito e suo figlio è stato consegnato a terzi”.

La madre della ragazza era contraria a questa brutalità, ma il marito e il figlio l’hanno messa a tacere.

I poliziotti sono riusciti a scoprire la prigionia della donna grazie ad una soffiata. Un portavoce della polizia ha spiegato che si tratta di una stanza “molto fetida, umida e molto sporca”. Per entrare in quella prigione hanno dovuto rompere diversi lucchetti, e inoltre si trovava in un luogo molto isolato.

La polizia ha spiegato: “Non importa quanto forte abbia urlato, lei non sarebbe stata mai sentita”. L’ufficiale ha detto: “Era molto magra, ma lei sta già recuperando un peso normale. Parla con difficoltà, ma sta cominciando a scrivere”. Suo figlio ha quindici anni, è stato identificato e magari un giorno potrà riabbracciarla.

CONDIVIDI questo articolo e fallo vedere a tutti. Se ti va puoi lasciarci un commento con le tue opinioni e i tuoi pensieri, cosa ne pensi? Su Notizie bomba puoi trovare tantissime foto e tantissimi video interessanti e divertenti sempre aggiornati, ti basta visitare le varie categorie che puoi trovare sul sito o puoi andare semplicemente a guardare i video consigliati o i più condivisi. Ti ringraziamo per la tua visita, e ti invitiamo a venirci a trovare di nuovo. Rimani sempre aggiornato sui nostri video. Ogni giorno ne puoi trovare di nuovi ed interessantissimi. Seguici anche sulla nostra PAGINA FACEBOOK

loading...
(937 visite totali, 1 visite giornaliere)